Navigazione veloce

1900-1929

La scuola elementare

La Scuola della Casa Rossa (1900-1909)

Ai primi del secolo la zona dove sorge oggi l’Istituto, rurale e scarsamente popolata, prende il nome di Borgo delle Rottole; nell’antica Strada delle Rottole (in seguito via Melloni e ora via A. Costa) esiste già una scuola elementare chiamata “scuola della casa rossa”. L’edificio è fiancheggiato da un corso d’acqua e si accede al cortile attraverso un ponticello.

La scuola e le case operaie (1909-1919)

La zona cambia radicalmente fisionomia nel 1909 con la costruzione, ad opera della Società Umanitaria, del Quartiere delle Rottole, il secondo quartiere operaio a Milano, dove si stabiliscono molte giovani famiglie. La nuova scuola elementare Caterina da Siena viene costruita proprio per accogliere i bambini del quartiere dalla prima alla sesta classe elementare, divisi in una sezione maschile e in una femminile.

Sappiamo dai documenti dell’epoca che durante la Prima Guerra Mondiale la scuola viene adibita ad ospedale militare, ritornando alla sua funzione originaria solo alla fine del conflitto.

casa dei bambini bambini in cortile
bambini che studiano bambini a carnevale
bambini in aula bambini in classe
ricreazione sala da pranzo

 

La scuola elementare e i corsi integrativi (1920-1929)

Negli anni venti la scuola si amplia con l’istituzione della settima e ottava classe. In questi anni la riforma Gentile conferisce un nuovo impianto alla scuola italiana; i corsi  integrativi, costituiti dalle classi sesta, settima e ottava diventano, con il decreto Belluzzo del 1929, scuola di avviamento professionale. Con l’aumento del numero delle alunne dei corsi integrativi, la sezione femminile occupa tutto l’edificio mentre quella maschile viene trasferita nella scuola di via Lulli.

Dal 1923 assume l’incarico di direttrice la professoressa Ines Saracchi, che sarà protagonista della storia della scuola fino alla fine del suo mandato.

Nel 1926 viene edificata una nuova ala, adibita alla scuola di economia domestica con i relativi laboratori. I locali della scuola comprendono una cucina provvista di stoviglie e biancheria, una sala da pranzo arredata, una camera da letto, una lavanderia e una stireria. I giornali dell’epoca riportano le numerose occasioni in cui la scuola, considerata prestigiosa e moderna, è al centro di eventi importanti a livello cittadino.