Navigazione veloce

Laboratorio teatrale

Il laboratorio teatrale è ormai una tradizione al Caterina da Siena. Si svolge in orario pomeridiano, dalle 15 alle 17 una volta alla settimana nell’Aula Teatro.

È aperto a tutti gli studenti della scuola che abbiano voglia di mettersi in gioco e sperimentare una nuova avventura. Durante le ore di laboratorio si recita, si canta e si balla ma soprattutto si impara a relazionarsi con gli altri e a condividere un’esperienza di gruppo sviluppando positivamente la propria personalità, sotto la guida di Marzia Loriga e Lorena Nocera, operatori teatrali professionisti, dell’Associazione Teatro Alkaest.

Prendono parte al laboratorio non solo gli attori, ma anche i costumisti, gli scenografi e i grafici; tutti gli studenti collaborano secondo le proprie competenze o curiosità. 
Alla fine dell’anno viene allestito uno spettacolo, al quale sono invitati tutti i componenti dell’Istituto e tutti gli studenti con le loro famiglie e amici.

ll Laboratorio Teatrale per il Triennio 2010/2011/2012 si intitola Il teatro è un incontro, partecipa al Progetto LAIV per le Arti Interpretative dal vivo ed è finanziato da Fondazione Cariplo. Il nostro partner di Progetto è l’Associazione Teatro Alkaest, che collabora con la nostra scuola già da tre anni. Gli incontri si svolgono in orario extra-scolastico in un’aula appositamente attrezzata e il gruppo è interclasse. Alla fine dell’anno, viene allestito uno spettacolo al Teatro Blu in via Cagliero, preceduto da una performance al Festival Regionale LAIV ACTION, che quest’anno si svolgerà alla Sala Fontana a Milano.

Lo spettacolo di quest’anno (2010/2011) si intitola Storia di un vampiro e parteciperà anche al Festival LITTACONNECTIONS, organizzato dal Teatro Litta. La responsabile, prof.ssa Marina Puntellini e la sua équipe di Progetto (proff. Carugati e Mannarini) valuterà alla fine del percorso annuale l’impegno e la frequenza al laboratorio e proporrà l’attribuzione del punto di credito formativo, che verrà certificato dal Teatro Alkaest.

Obiettivi formativi:

  1. Creare un’occasione formativa che superi la divisione in gruppi-classe chiusi e in discipline non collegate tra loro.
  2. Sviluppare competenze e capacità comunicative, relazionali, espressive e linguistiche attraverso lo studio del movimento, della parola e del lavoro di gruppo.
  3. Istituire un polo d’attrazione capace di rimotivare chi si trova in difficoltà.
  4. Favorire il successo formativo.
  5. Creare un modello di lavoro interdisciplinare (costumi, scenografie, testi e materiale pubblicitario verranno prodotti anche nelle ore curricolari, e valutati nelle rispettive materie).
  6. Creare una ricaduta sulle competenze e capacità curricolari, con uno scambio continuo di esperienze formative.

Scarica il volantino dello spettacolo del 2011 Storia di un Vampirofronte (pdf 899 kb) e retro (1,15 mb)

Il Responsabile
Prof. Marina Puntellini